logo giannerini

Dott.ssa Marina Giannerini

Psicologa - Psicoterapeuta

DISTURBI SESSUALI

disturbi-sessuali-maschili

    L’origine, la causa, dei disturbi sessuali può essere molteplice, in alcuni casi tale disturbo è “solo” una manifestazione di un problema più ampio. Molte forme di sofferenza psichica sono, infatti, associate a una qualche difficoltà nella vita sessuale. Nella depressione, ad esempio, il desiderio sessuale risulta ridotto, anche i disturbi d’ansia quali le fobie o i disturbi ossessivi o compulsivi si ripercuotono sulla sessualità, così come il soffrire di disturbi alimentari. I disturbi sessuali posso, poi essere, la conseguenza dell’assunzione di alcune tipologie di farmaci o all’abuso di sostanze (compreso l’alcool). 

Se si escludono i casi di danno fisiologico, la disarmonia tra mente e natura è uno dei motivi principali per cui l’attività sessuale nell’essere umano, può andare incontro a “cortocircuito”. In alcuni casi una sessualità non serena può essere il frutto di una religiosità severa e moralista, in altri casi, ancora, sono il risultato di più ampi problemi nel rapporto di coppia.

    Qualsiasi sia il motivo o l’origine del problema, la sofferenza emotiva che ne consegue è notevole. Sebbene sia fonte di disagio per entrambi i sessi, spesso per l‘uomo il problema sessuale assume una valenza ancor più ampia; l’autostima può essere fortemente compromessa, può non sentirsi più un “vero uomo”, può anche provare disagio quando si trova coinvolto a parlare/scherzare con altri uomini su temi sessuali, proprio perchè si percepisce inadeguato nella sua virilità. La conseguenza, spesso, è che la persona, uomo o donna che sia, sentendosi inadeguata, eviti, sistematicamente di avere rapporti sessuali per il timore di fallire.

Tentate soluzioni tipiche

evitare rapporti sessuali

sforzarsi di controllare le proprie reazioni fisiologiche

parlare continuamente del problema con la/il partner

mettersi alla prova con partner diverse

sottoporsi a svariati accertamenti medici

cercare informazioni in internet

assumere farmaci per migliorare la performance (per gli uomini)

Con la Terapia Breve Strategica si possono trattare problemi sessuali, sia femminili che maschili, come: difficoltà d’erezione, eiaculazione precoce, vaginismo o ansia da prestazione sessuale.

L’approccio della psicoterapia strategica ai disturbi sessuali parte dal presupposto che il controllo o lo sforzo volontario, delle spinte istintive può avere ripercussioni negative, mandando in difficoltà, se non in totale “cortocircuito” il sistema naturale. Il terapeuta strategico mediante tecniche mirate aiuterà la persona a uscire da questa trappola.